In cascina un centro contro l’autismo

Press-IN anno V / n. 609

Il Giorno del 11-03-2013

In cascina un centro contro l’autismo

http://www.cascinasanvincenzo.org/index.php?entry=entry080603-163505

CONCOREZZO. Un centro specializzato nella cura dell’autismo. Unico del genere nella provincia di Monza e Brianza. Lo sta costruendo a Concorezzo l’associazione Cascina San Vincenzo con l’aiuto della Caritas e della Fondazione Cariplo. Sarà pronto tra qualche settimana e potrà assistere 50 bambini. La ristrutturazione prosegue spedita. Al piano terra sono stati ricavati piccoli appartamenti, mentre il primo piano è tutto dedicato alle terapie. Tutto è partito da un gruppo di famiglie di Concorezzo alcune delle quali con figli colpiti da autismo. Una malattia diffusa anche in Brianza: «Seguiamo 25 bambini a scuola e a casa, ma ne abbiamo altrettanti in lista d’attesa» dice Fabrizio dell’Orto, il direttore della Cascina San Vincenzo, la stessa che anni fa ha ospitato un centro per la cura dei malati di Aids dei padri Camilliani. L’incidenza della sindrome autistica è di 1 bambino su 150 nati. Aiutano le famiglie la Fondazione “I Care ancora” e un nutrito gruppo di volontari che segue i ragazzi autistici sia negli incontri settimanali che nei «Sabato Insieme» e fornisce «ore di sollievo» a numerose famiglie. IL PROGETTO del Centro è andato in porto grazie alla generosità di un concorezzese, Giordano Meani, che ha regalato alla Caritas la vecchia cascina lungo la provinciale Monza-Trezzo, con il vincolo di destinarla a iniziative dedicate ai minori. «Al cuore della nostra attività c’è la famiglia – racconta Dell’Orto – è il nucleo attorno cui costruire una rete di riabilitazione che possa garantire un futuro e un importante miglioramento della qualità della vita. La famiglia non può essere lasciata sola in questo compito». NELLA CASCINA San Vincenzo lavorerà una equipe di professionisti (neuropsichiatra infantile, psicologa, educatori, logopedisti, psicopedagogista, neuropsicomotricista) specializzati nel trattamento dell’autismo. Le terapie come logopedia e rinforzo cognitivo e relazionale, non rientrando nei servizi base, saranno a pagamento «a prezzi convenzionati», spiega il direttore del Centro. La cascina sarà anche un luogo di formazione e sostegno. antonio.caccamo@ilgiorno.net

di Antonio Caccamo

I commenti sono chiusi.